Vai a sottomenu e altri contenuti

Contributi per l'abbattimento delle Barriere Architettoniche

L'Assessorato dei Lavori pubblici eroga contributi ai Comuni per la realizzazione, da parte dei privati, di opere finalizzate al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche in edifici già esistenti, anche se adibiti a centri o istituti residenziali per l'assistenza dei portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, ivi compresa la cecità, ovvero quelle relative alla deambulazione e alla mobilità.

I privati interessati all'abbattimento di barriere architettoniche in edifici privati devono presentare la domanda, comprensiva degli allegati, al Comune in cui è ubicato l'immobile, entro il 1° marzo di ogni anno.
A seguito della richiesta, il Comune effettua un sopralluogo per verificare: la fondatezza della richiesta; che le opere non siano già eseguite o iniziate; che la spesa prevista sia congrua.
Entro il 31 marzo di ogni anno (ad eccezione dell'anno 2012 per cui la scadenza è il 30/06/2012), i sindaci dei comuni inviano alla Regione - Assessorato Lavori pubblici- le richieste di finanziamento. L'Assessorato effettua l'istruttoria delle pratiche, volta a verificare la completezza e la correttezza della documentazione trasmessa dai comuni, quindi, stila la graduatoria. Sarà data priorità all'invalidità del 100%, a parità di percentuale di invalidità, sarà preso in considerazione l'ordine di arrivo delle domande al Comune.
I contributi vengono erogati agli enti in un'unica soluzione. La determinazione di impegno e erogazione viene trasmessa alla Ragioneria regionale e ai Comuni interessati.
Il comune procede, quindi, alle comunicazioni di disponibilità dei fondi, chiede il perferzionamento della pratiche (documenti in originale, progetto redatto da un tecnico abilitato), fissa i termini di inizio e fine lavori.
Il Comune procede all'erogazione dei contributi dopo la presentazione delle pezze giustificative di spesa (fatture - ricevute).

VEDI MODULISTICA

Requisiti

I cittadini che fanno richiesta del contributo ai comuni devono: -essere in condizione di invalidità - si darà priorità ai portatori di handicap riconosciuti invalidi totali che abbiano difficoltà di deambulazione riconosciuta dalla competente ASL; -essere domiciliate nell'alloggio in cui sono necessari i lavori per l'abbattimento delle barriere; -avere l'autorizzazione del proprietario dell'alloggio in cui sono necessari i lavori per l'abbattimento delle barriere, qualora il richiedente non sia il proprietario; - non aver già effettuato o iniziato l'esecuzione delle opere;

Costi

Bollo da 16,00 €. per l'istanza. NB. Il contributo è concesso in misura pari alla spesa effettivamente sostenuta fino a € 2.582,28; è aumentato del 25% della spesa effettivamente sostenuta da € 2582,29 ad € 12.911,42; è aumentato di un ulteriore 5% della spesa effettivamente sostenuta da € 12.911,43 a € 51.645,68

Normativa


Legge n. 13 del 1989 - Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati:
- Circolare dell'Assessore dei Lavori pubblici del 23 marzo 2007
- Delibera della Giunta Regionale n. 33/24 del 10.6.2008 - Programma d'intervento per la concessione di contributi per la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche negli edifici privati. Ripartizione fondi regionali 2008.
- Decreto Assessoriale n. 61 del 14/07/2008 - Contributi per la realizzaz. opere direttamente finalizzate al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche negli edifici privati. Ripartizione fondi per il 2008. Integrazione tabella di ripartizione contributi per l'anno 2008
- Delibera della Giunta Regionale n. 34/68 del 20/07/2009 - Programma d'intervento per la concessione di contributi per la realizzazione di opere direttamente finalizzate al superamento e all'eliminazione di barriere architettoniche negli edifici privati. Ripartizione fondi regionali relativi all'anno 2009
Legge Regionale 19 gennaio 2011, n. 1 - Legge finanziaria 2011
Delibera del 1 dicembre 2011, n. 48/19

Documenti da presentare

Entro il 1° marzo di ogni anno, il privato deve presentare al comune, in cui le opere di abbattimento delle barriere architettoniche devono essere effettuate, la seguente documentazione:

- domanda in bollo secondo lo schema di domanda predisposto dall'Assessorato;
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio
- certificato medico
- in caso di invalidità totale: certificato USL (o fotocopia autenticata) attestante l'invalidità totale con difficoltà di deambulazione
- autorizzazione del proprietario dell'alloggio nel caso in cui richiedente e proprietario non siano la stessa persona.
Entro il 30/06/2012 il comune dovrà presentare alla Regione la scheda A2/b;

Incaricato

Geom. CUCCU Mauro - Responsabile del procedimento - Tel. 0781/7801223 - Email: urbanistica@comune.siliqua.ca.it - PEC urbanistica@pec.siliqua.ca.it

Tempi complessivi

30 giorni

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Modulo domanda Formato pdf 20 kb
Dichiarazione sostitutiva Legge 13/89 Formato rtf 55 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto